Le Trottoir alla Darsena | Piazza XXIV Maggio, 1 - Milano
Le Trottoir alla Darsena - Ritrovo d'Arte, Cultura e Divertimento
contatti    mappa
 
 
 
 
 
       
 
Eventi
 

20/10/04 - "SOLITE FACCE NUOVE" Mostra Di SVA

20 ottobre 2004

20/10/04 -

Le Trottoir - Ritrovo D’Arte e Divertimento P.zza XXIV Maggio 1, Milano COMUNICATO STAMPA SVA IN SOLITE FACCE NUOVE INAUGURAZIONE 20 OTTOBRE Marco Buonamico in arte SVA nasce a bari nel 1977. Il suo viaggio nell'arte inizia nel 98 tra i viicoli di " LAVAPìEZ " uno storico barrio della "movida madrilena" dove organizza per le strade mostre personali ai margini dei marciapiedi lungo intere vie nelle zone più centrali della città. Oggi approda nelle strade milanesi lasciando in esse tracce di se e attingendone, allo stesso tempo, ispirazione. Presenterà i suoi ultimi lavori sviluppando 2 idee: l'individualità e l'aggregazione; con la pittura l'artista presenta una mostra dal nome " la mia metà oscura " in cui propone la descrizione di se stesso attraverso volti acrilici su tela, diversi quanto i lati della personalità di ognuno di noi. Con la scultura, invece, da vita a piccoli e grandi esseri " i pupazzoidi " provenienti da mondi "altri" che si incastrano fra loro creando grovigli che cadono dall'alto dando un senso di aggregazione tanto fitta quanto debole e sempre in bilico.

Inserito il 20.12.2004

24/10/04 "LE DOMENICHE DEL VIANDANTE"

domenica 24 ottobre 2004

24/10/04

Le Trottoir - p.zza XXIV maggio 1 - Milano - si inaugura un percorso d'arte interdisciplinare curato dalla rivista culturale Viandante che animerà il locale con una serie di interventi domenicali. Un appuntamento con l’arte, la poesia e la performance, la musica e la cultura. La con-fusione tra arte e mestiere. Qualcosa di al di là del tempo e dello spazio: un mix di molte componenti che ha una capacità liberatoria e di turbamento maggiore di ogni singolo elemento appreso da solo. Supponendo che la contaminazione delle varie forme d’arte tra di loro sia un moltiplicatore di esperienza culturale d’impatto; l’occhio, la mente, i sensi, stimolati da molteplici elementi, sceglieranno autonomamente le proprie immagini ed i caratteristici colori. Ad aprire il Viandante stesso con Paolo Ornaghi- Gabriele Turati (terzo classificato al primo concorso letterario dello stesso locale) – Lorenzo Balducci, Anna Orietti in un reading poetico e con Fabio Ardemagni in regia musicale e proiezione di immagini.

Inserito il 20.12.2004

26/10/04 "PER COSA SI CCIDE" romanzo di GIANNI BIONDILLO

2004

26/10/04

Presenta Andrea G Pinketts

Inserito il 20.12.2004

1/11/04 HALLOWEEN "Tutti In Fuga - Tutti In F..."

1/11/04 HALLOWEEN

Fobia.....sangue.....e mistero hanno animato la notte di Halloween a "Le Trottoir", tra streghe, ragnatele e pozioni magiche, si è festeggiato fino a notte fonda..... Grazie a tutti coloro che ci hanno deliziato con la loro compagnia e simpatia.....

Inserito il 20.12.2004

7/11/04 "LA DOMENICA DEL VIANDANTE"

7 NOVEMBRE 2004

7/11/04

- MILANO - LE TROTTOIR Domenica 7 novembre in occasione dell'itinerario di poesia, musica,spettacolo “Le domeniche del Viandante”, si terrà il concerto di Stefano Tessadri, cantautore milanese al suo album di esordio “Dietro ogni attesa”. Il live di Tessadri, uno spettacolo a metà fra realtà metropolitane, suoni folk ed echi jazz, storie di fughe e di ritorni, suggestioni nostalgiche e atmosfere elettriche, emoziona e fa pensare o, come dice l’autore, "sospende il tempo… "

Inserito il 20.12.2004

15/11/04 "LES LIONS DE CALVI" di IPPOLITO E. FERRARIO

15 novembre 2004

Andrea Pinketts presenta l'ultimo libro di Ippolito Edmondo Ferrario "Les lions de calvi". Presente in sala anche l'autore, che sarà disponibile per un "reading".

Inserito il 20.12.2004

16/11/04 "FRANKO B" Performance DJ

16 novembre 2004

16/11/04

Franko B, martedì 16 novembre, in occasione dell’inaugurazione della mostra alla Galleria Pack di Milano vestirà i panni del DJ per uno specialissimo Rave party, a partire dalle ore 23.00, presso la nuova sede de Le Trottoir di P.za XXIV Maggio 1. L’artista presenterà un mix di musiche Hard house, Electro D&B, Jazz, Blues. “Ho sempre amato la musica, ha un ruolo fondamentale nella mia vita. Mi è sembrata un’occasione perfetta per divertirmi e far divertire gli altri.” Franko B torna sulle scene dopo essere stato diversi anni fuori dal night clubbing londinese. “Mi sono subito reso conto che non potevo sostenere la vita dei club ed essere un artista. Non ho mai avuto nessuna intenzione di abbandonare la mia ricerca artistica ma credo che la musica possa sempre farne parte…” Franko B ha collaborato con il famoso FIST CLUB di Londra. In dicembre dirigerà una serie di serate intitolate “Mix Up” per The Great Eastern Hotel di Londra dove saranno ospitati altri DJ di fama internazionale e verrà presentato un mix musicale di stili e generi.

Inserito il 20.12.2004

21/11/04 "LA DOMENICA DEL VIANDANTE"

Domenica 21 Novembre 2004

21/11/04

GUIDO CATALANO POETIC EXPERIENCE. Continuano gli appuntamenti di poesia, musica e spettacolo “Le domeniche del Viandante”. Questa sera un ospite d’eccezione, il vincitore del primo concorso letterario di Le Trottoir: direttamente da Torino Guido Catalano con la sua poesia ricca di verve ed ironia. L’autore nasce il 6/2/1971 a Torino dove si laurea in Lettere Moderne. Nel 2000 pubblica il suo primo libro “I cani hanno sempre ragione” (Edizioni SEEd). L’esigenza di divulgazione porta l’autore ad esibirsi in pubblico con spettacoli in cui miscela reading poetici e cabaret rivelando una naturale capacità di far ridere e commuovere nello stesso tempo. Queste performance ricevono subito l’attenzione della stampa nazionale tant’è che nel 2003, Catalano, pubblica il suo secondo libro “Sono un poeta, cara” che rivela un linguaggio diretto e aperto senza mediazioni e supervisioni culturali. La sua poesia è arte libera, senza censure grammaticali o lessicali, un inno divertito all’amore e alla felicità. Dopo avere stregato pubblico e giuria dello storico ritrovo d’arte con le sue liriche divertenti e intense, ritorna, questa sera, Guido Catalano con un intervento tutto da ridere con risate profonde. Ingresso libero Per info 02 8378166 www.letrottoir.it www.viandante.com

Inserito il 20.12.2004

21/11/04 "SENSO" Spettacolo Di ZENA & DAJKO &CARROL

21 e 28 Novembre 2004

21/11/04

Vieni a scoprire cos’è Senso, lo spettacolo che apre il fiore delle tue emozioni. Creiamo sensazioni con parole, suoni e immagini che aprono il tuo mondo ad un nuovo sguardo. Ecco perché vorrai saperne di più: scoprirai un modo per aumentare la gioia, lo stupore e l’allegria nella tua vita. Siamo tre artisti che usano l’arte per parlare della vita: recitazione, danza e musica. Studiamo la mente dell’uomo e i segreti che portano alla dimensione della felicità attraverso il pensiero. Vogliamo che tu scopra di cosa si tratta. Vieni e trova qualcosa di nuovo per la tua vita. "Le Trottoir" apre le porte al pubblico sin dalle 11 DEL MATTINO ampliando sino a notte fonda i suoi già ricchi programmi di musica dal vivo e di intrattenimento anche teatrale e offrendo l’opportunità di ascoltare e intervistare attori e autori in carne ed ossa di alcuni spettacoli proposti nei teatri milanesi. Da marciapiede si trasforma in backstage teatrale con l’iniziativa dal titolo “INVITA AL TEATRO” e presenta “SENSO” scritto, diretto e interpretato da Zena insieme a Dajko e Leonard Carroll. Senso regala allo spettatore uno sguardo diverso sulla vita di tutti i giorni attraverso una nuova interpretazione della realtà che rivela come convivere con la felicità e smettere di pensare che sia qualcosa di difficile da raggiungere. Senso è uno spettacolo che va oltre l’intrattenimento e diventa stile di vita e terapia. Dall’amore per le persone e per le storie nasce un evento in grado di risvegliare dall’ipnosi culturale. Senso sfrutta il potere che le parole hanno sulla mente per creare stati potenzianti nelle persone: benessere, allegria, forza e capacità di superare il concetto di limite imposto dalla società, dallo stress e dalla paura di sentirsi inadeguati. Divertimento e riflessione, commozione ed euforia, in uno spettacolo che inaugura un modo nuovo di raggiungere ed emozionare chi lo guarda. Senso nasce dalla competenza di un’artista che lavora da anni con le parole. Studiosa di semiotica e programmazione neurolinguistica, Zena, dopo aver lavorato per anni come consulente dei più grandi gruppi aziendali italiani sceglie di uscire dal suo ruolo e diventare l’interprete dissacratrice degli stereotipi della quotidianità. Insieme a lei l’arte del suono e la musica di Dajko, musicista e autore di colonne sonore per pièce teatrali. Già artista di cabaret allo Zelig, Dajko esalta la voce dei monologhi di Zena accompagnandola con l’armonica e la chitarra fino a diventare la voce stessa nelle canzoni e nelle ballate di Senso. Leonard Carroll fa da contrappunto ai momenti di comicità e ironia con il calore della sua danza. La sua grande forza espressiva lo ha accompagnato sui palcoscenici internazionali come ballerino della compagnia “STOMP” e al fianco di artisti come Chaka Khan. Per un’anteprima delle atmosfere e della magia di Senso e per prendere contatto con la compagnia, visita www.kaizena.it o scrivi a info@kaizena.it. In allegato le foto degli artisti.

Inserito il 20.12.2004

22/11/04 "SEXY BOXER" Le Gladiatrici Di ODEN TV

22 November 2004

22/11/04

Le Trottoir - Ritrovo D’Arte e Divertimento P.zza XXIV Maggio 1, Milano COMUNICATO STAMPA SEXY BOXER 22 Lunedi 2004 A LE TROTTOIR..... LE SEXY BOXER DEL PROGRAMMA DI ODEON SEXY BOXY, REALITY SULLO SPORT DA COMBATTIMENTO AL FEMMINILE FANNO TAPPA A LE TROTTOIR IL LOCALE CULTO, META DI ARTISTI INTERNAZIONALI NON POTEVA MANCARE NEL TOUR MILANESE DELLE ATLETE PIU' SEXY DEL VIDEO Tutti gli aggiornamenti sul programma televisivo SEXY BOXY di ODEON sono sul quotidiano "Il Giorno" nella rubrica curata da Francesca Lovatelli Caetani. Per interviste dirette: Informazioni e riservazioni: Le Trottoir - Tel & Fax.: 39 02 8378166 letrottoir.darsena@virgilio.it e www.letrottoir.it

Inserito il 20.12.2004

23/11/04 "LE TRE BOCCHE DI CERBERO" Romanzo Di STEFANO MORIGGI

23 NOVEMBRE 2004

Tascabili Bompiani Stefano Meriggi a Le Trottoir Le tre bocche di Cerbero Il caso di Triora: le streghe prima di Loudun e di Salem Postfazione di Giulio Giorello Numero pagine 224 Prezzo: euro 7,50 (provvisorio) Un nome, un destino. La bella e antica cittadina ligure di Triora (dire ridente sarebbe eccessivo) sembra essere stata condizionata dal proprio nome. Triora deriva infatti dal latino tria ora, le tre bocche. E come indica lo stemma cittadino incastonato nella pavimentazione della piazza davanti alla chiesa, si tratta delle tre fauci di Cerbero – il cane degli Inferi della mitologia classica celebrato anche da Dante come animale simbolo di malvagità e cupidigia. Qualche secolo dopo che una mano di ignoto artista scolpisse questa rappresentazione così bizzarra e insolita per un borgo di costumi apparentemente pii e devoti, Triora fu al centro di una caccia alle streghe di grande brutalità e ferocia, scatenata da gente “rozza e idiota” (per dirla con una delle fonti dell’epoca), in cui i magistrati laici dovevano rivelarsi ancor più duri di quelli ecclesiastici. Il triennio 1587-1589 fu così segnato da tumulti, sospetti, torture, disperati tentativi di fuga e suicidi, in un crescendo di violenze che solo l’intervento dell’Inquisizione romana doveva alla fine bloccare. Si profilò così un duro contrasto giuridico e politico tra Genova la Superba e Roma, capitale della Controriforma, vinto da quest’ultima con la minaccia di accollare alla Repubblica ligure tutte le spese del processo… Da quel momento tutto fu, come direbbe il Manzoni, “troncato e sopito” – e delle presunte streghe (e tra loro c’era anche un maschietto) non si seppe letteralmente più nulla. L’indagatore dell’incubo. Stefano Moriggi, storico e filosofo della scienza, ha abbandonato per un certo tempo della sua vita lo studio della razionalità nella scienza e nella politica per ricostruire con un’indagine sul campo quell’intreccio di superstizioni, inganni, falsificazioni e omertà che costella il caso di Triora, e sembra segnarne la storia. Per la cronaca, sembra che anche Stefano Moriggi sia scomparso nel nulla. Le ultima notizie su di lui risalgono alla notte del 31 ottobre-1 novembre 2004 (notoriamente la vigilia di Ognissanti; o Halloween, come dicono gli anglosassoni), data in cui sembra essere stato visto aggirarsi presso la Cabotina (o Casa del bottino) – il luogo dove a Triora si sarebbero riunite le “malefiche” locali a celebrare i loro riti satanici. Un caso fin troppo italiano… La vicenda che viene narrata in questo libro è per più di un aspetto una vicenda tipicamente all’italiana, quasi un giallo, dove dietro alla maschera del perbenismo si scopre quella del satanismo e dietro questa, l’altra maschera, forse ancor più feroce, della truffa economica e politica. E per altro, qualcuno ritroverà nell’accanimento persecutorio dei Vicari vescovili o del Commissario straordinario Giulio Scribani tratti che la storia più recente ci ha reso fin troppo familiari. C’è qualcosa forse ben peggiore dei crimini commessi in nome di Satana o in vista di ben più terreni vantaggi, ed è il desiderio ossessivo di punire da parte dei fanatici della giustizia. …ma di portata mondiale Accaduta ben prima di Loudun (1634) e di Salem (1692), la vicenda di Triora è anche un caso emblematico delle pulsioni distruttive che sottendono al meccanismo della “caccia interminabile” alle “streghe” di qualsiasi ordine e grado. Non è nemmeno corretto dire che è stata la Loudun o la Salem italiana. Semmai, Loudun e Salem sono state la Triora rispettivamente della Francia di Richelieu o dell’America puritana di Cotton Mather. Come intuirà nella prima metà del Seicento uno dei più grandi esponenti del pensiero gesuita (Friedrich von Spee), il meccanismo perverso della caccia alle streghe è destinato a coinvolgere un numero sempre maggiore di innocenti, finché “tutto andrà in cenere”. Solo una contingenza politica ha impedito che il fuoco dei roghi chiudesse il Dies irae triorese. Ma la stessa ambiguità della conclusione (se di conclusione si può davvero parlare ha fatto di Triora un Aleph “di cui non si dovrebbe parlare” (Q. Principe), ma che non può che attrarre la curiosità di qualsiasi ricercatore spregiudicato. IN LIBRERIA IL 27 OTTOBRE 2004

Inserito il 20.12.2004

24/11/04 "MOISES SANTOS" Le opere dell' artista brasiliano

24 novembre 2004

24/11/04

In principio era lo sguardo…sguardo rapito dalle infinite bellezze che lo circondavano e lo insidiavano dall’interno. Lui, il futuro artista, un sentiero già tracciato sulle orme paterne, gli studi al collegio militare. La pittura come frutto proibito, germoglio creativo che dall’interno premeva per uscire, per vedere la luce. Moises Santos ha coltivato dapprima segretamente il suo amore per i colori, la danza, la musica: poi, quel germoglio si è fatto arbusto, urgenza espressiva e ha cancellato tutto, come un’esplosione, una deflagrazione. E’ quasi paradossale che la prima stagione produttiva coincida con il suo arrivo in Italia. Fuga dal Brasile, approdo in Brianza, e lì, la liberazione. Liberazione di colore, forme, materia. Attraverso una sottile e sensuale nostalgia, attraverso un tunnel fatto di sensazioni, dolori e ricordi, ancora sulla pelle con i loro profumi, gli artigli, le sottili presenze. Da una cellula, l’universo. Una propagazione infinita in un millesimo di secondo, tradotta in colori, soprattutto primari, come le sensazioni espresse, e le colature, ricordo di Pollock ma con tanta più vita dentro. Vita che si esprime in tutti i dipinti di Moises, a prescindere dai titoli che possono mutare, ma che sempre sono un messaggio comunicativo in movimento, in sintonia e sincronia con l’accadere delle cose. “Sinfonia”: sfondo azzurro e colature di rossi, blu, bianchi e verdi, ascoltando Vivaldi. Una partitura di onde emotive, e vari suoni si accordano dunque in un’orchestra coloristica dove la protagonista è la gioia. Una gioia che spesso nasce dalla sofferenza, da pulsioni creative che non sempre trovano il momento adatto per tradursi in opera. L’opera di Moises, arriva sempre dopo una ribellione di idee, una ansiosa incubazione di energie alla ricerca dell’impatto con tela, della presenza di luce, dell’occhio che sempre guarda e centrifuga immagini attingendole dal pozzo sotterraneo di una memoria che è al coltempo olfattiva, visiva, emozionale. Nel momento in cui avviene l’incontro tra queste componenti è rivelazione esplosiva di vitalità allo stato puro che si incarna nel colore denso, pastoso, goloso, infuocato anche quando è l’acqua l’elemento che si desidera evocare. In principio era lo sguardo…. Un occhio che vede lontano. Cristina Trivellin Per Interviste: moisessantos1@hotmail.com

Inserito il 20.12.2004

28/11/04 "LO STRANGOLATORE DI LONDRA" Di RINO SILVERI

28 Novembre 2004

LE TROTTOIR Invita al teatro: TEATRO DELLA QUATTORDICESIMA via Oglio (Corso Lodi) L'opera di Edgar Wallace - titolo originale "The red lace" ripresa e adattata da uno dei maggiori commediografi milanesi Rino Silveri, con gli attori della rinomata scuola teatrale Silveri-Mazzarella tra i quali spicca il giovane Alberto Grasso nella parte del primo morto "strangolato". Le Trottoir da "marciapiede" si trasforma in backstage teatrale e Presenta “INVITA AL TEATRO” DA LUNEDI’ 25 OTTOBRE DALLE 11,00 AM CON LO STRANGOLATORE DI EDGARD WALLACE REGIA RINO SILVERI Aprirà le porte al pubblico sin dalle 11 DEL MATTINO Ampliando così sino a notte fonda i suoi già ricchi programmi di musica dal vivo e di intrattenimento anche teatrale, offrendo l’opportunità di ascoltare e intervistare attori e autori in carne ed ossa per alcuni spettacoli proposti nei teatri milanesi. L’occasione della prima apertura mattutina è dedicata al grande regista e commediografo milanese Rino Silveri che presenterà lo Strangolatore di Edgard Waalace Al teatro della Quattordicesima Dal 28 ottobre al 12 dicembre L’evento sarà presentato dal re del noir Andrea G.Pinketts Tra gli attori Monica Stefinlongo Roberta Correale nella parte di Lady Lebanon Alberto Grasso il primo ad essere strangolato dal misterioso assassino “L’ATROCE SEGRETO DELLA DINASTIA LEBANON E UNA RAGAZZA DI SANGUE NOBILE…. DUE IMPROBABILI DOMESTICI AMERICANI E IL MISTERIOSO ASSASSINO DAL LACCIO ROSSO….” Ufficio Stampa Le Trottoir La Darsena Francesca Lovatelli Caetani 347/2103762 f.caetani@email.it

Inserito il 20.12.2004

28/11/04 "LA DOMENICA DEL VIANDANTE"

28 novembre 2004

100%poesia vergine – jam poetry Continuano gli appuntamenti di poesia, musica e spettacolo “Le domeniche del Viandante”. Questa sera si festeggia 100-l'evento. Dopo più di 6 anni di reading il Viandante tocca quota 100. Quale miglior modo di festeggiare se non con i colleghi di percorso. Una jam session, un palco libero e un microfono aperto per Chinaski, Valerio Millefoglie Borboritmo, Scarabelli e Borroni, Alessandro Aloni e per gli amici che passeranno dal secondo piano del “marciapiede – trottoir” volenterosi di raccontare e raccontarsi. Ad aprire i viandanti stessi che proporranno un libro evento del meglio proposto finora: 100% POESIA VERGINE. Ingresso libero Per info 02 8378166 www.letrottoir.it www.viandante.com

Inserito il 20.12.2004

29/11/04

29 novembre 2004 Lunedì

29/11/04

MI SONO ARRESO A UN NANO, uno spettacolo scritto, diretto e interpretato da Massimiliano Loizzi, dedicato a Piero Ciampi, cantautore livornese degli anni ‘70, riconosciuto da molta parte della critica musicale italiana come uno dei padri putativi e degli esponenti più alti della canzone d'autore, amante del vino e delle donne. Un’occasione per conoscere un grande artista quasi dimenticato, per ritrovarlo nei gesti, nelle parole, nell’ironia di un giovane attore, (formatosi alla Scuola d’arte drammatica Paolo Grassi, alle spalle diverse produzioni con il Teatro Abeliano di Bari e la recente tournée con Paolo Rossi ne “Il signor Rossi e la Costituzione”), che con questo monologo, dà vita alle atmosfere comiche, grottesche e malinconiche della poesia e della vita di Piero Ciampi. Un teatro popolare per tutti, fatto non solo di gesti e parole, ma anche di suoni, di musiche e canzoni, fra tutte l’indimenticabile “il vino”: ad accompagnarlo Abramo Maiorani, che con la fisarmonica più di altri riesce a rendere quelle sensazioni di “vicino e popolare”, cui sempre Piero Ciampi tendeva. E’ la poesia di Piero Ciampi la più alta fonte d’ispirazione per questo racconto che ha la forma del teatro, del monologo, una folle serenata che ha desiderio di alternare i momenti di divertimento e commozione di un uomo, uno strano personaggio, confuso tra le strane surrealità dell’amore e della solitudine. Un soliloquio notturno, una serenata per un amore perduto, cantata ovunque, a volte sotto un ponte, a volte per strada, in piazza fra la gente, in un’osteria, lottando contro i balconi, le urla, i secchi di piscio di chi non vuole ascoltare e ridere dei suoi ricordi, le sue storie, le sue riflessioni. Uno spettacolo che nasce da bisogni veri, una reale necessità di raccontarsi e raccontare, ideato per essere possibile in ogni luogo, un incastro fra il luogo, il tempo e le persone presenti. Una serata di intrattenimento e riflessione, con il poeta a cena fra le stelle…

Inserito il 20.12.2004

6/12/04 "NARCISO" Attenzione: Si Gira il Videoclip

Lunedì 6 Dicembre 2004

6/12/04

Lunedi evento speciale a "Le Trottoir" si effettueranno le riprese del video Clip di Narciso ambientato in gran parte in quello che si puo definire il più caratteristico locale dell'espressione dell'arte metopolitana; Narciso cantautore del panorama pop rock milanese potra finamente esprimere in questa sua performance la sua versatilatà trasformistica e "trasgressuale" vere e propri suoi cavalli di battaglia. Viaspetiamo tutti anche come videofruitori....e attori.

Inserito il 20.12.2004

12/12/04 "BBB Girls"

12 Dicembre 2004

12/12/04

Straniere, modelle e popstar: noi, Spice girls alla milanese. Quattro ragazze di nazionalità diversa: in città nasce BBB, band multietnica. «Dal Duomo al Cenacolo, la metropoli c' ispira» Panza Pierluigi Blonde, brown, black... ovvero le BBB, ovvero la prova vivente che Milan (in milanese) è diventata Milan (in inglese). Ovvero una delle più internazionali città del mondo. Le BBB sono quattro ragazze di quattro nazionalità ed etnie diverse, con genitori, a loro volta, di nazionalità diverse, che si sono incontrate a Milano e hanno creato un gruppo musicale, una sub-specie di Spice girl all' ambrosiana. Natalie Hooker, la blonde, australiana con madre polacca, è la madrina dell' idea. Doppia laurea in legge, aspirante «romanziere», era a Milano presso amici quando una sera, a una festa, «mi è venuta l' idea di fondare con altre due ragazze che erano lì un gruppo musicale. Io già cantavo in Inghilterra». Siamo all' inizio del 2003: pronti via. Di Milano conoscono ancora poco, «il Gattopardo e il Roialto, Prada e D&G», ma pian piano si ambientano: «Siamo salite sul Duomo e abbiamo visto il Cenacolo. Ci piacciono i laghi dove c' è la villa di George Clooney». Le ragazze provano di sera e il gruppo si forma in qualche mese, con adesioni e abbandoni. Maria Lagmay è una 25enne norvegese, con progenitori filippini e cinesi, dai tratti orientali. Ha studiato design ed era a Milano per un week-end quando ha conosciuto Natalie ed è entrata nelle BBB. La black è Sandra Laville, 23 anni canadese, ma con madre svizzera e papà nigeriano. «Lei l' ho conosciuta a Parigi - racconta Natalie - apponendo una inserzione nella bacheca di una scuola di ballo»: ora vive tra Roma e Milano. L' ultima, Rossella Alessi, 27 anni, è di Palermo e fa su e giù per lo stivale. Tra loro parlano in inglese e non vogliono lasciar più Milano, «perché è la città più internazionale» e perché «l' italian way of life è molto aperto e il melting-pot c' è solo qui». Cantano, fanno le modelle, ma aspirano a diventare designer e avvocati. Si sono esibite a Londra, hanno preparato un disco e stasera, per gli amanti del genere, saltelleranno sui tavoli del Le Trottoir di piazza XXIV Maggio. P.Pan.

Inserito il 20.12.2004

16/12/04 "DAVE MULDOON" Presenta Nuovo CD

Giovedì - 16 Dicembre 2004

16/12/04

LE TROTTOIR LA DARSENA PIAZZA XXIV MAGGIO 1 TEL.028378166 Ospiterà David Muldoon BoogeyManOrchestra che presenterà il suo nuovo cd “Kolonaki Sessions Athens Milan” Registrato proprio tra Atene e Milano. Un percorso di note, di voce roca e cavernosa del cantautore Muldoon, originario di Miami-Florida- che, dopo New York e Los Angeles, è approdato a Milano con la BoogeyManOrchestra A Le Trottoir La Darsena dove lo si può ascoltare il giovedì sera e la domenica per il brunch con musica live Dave Muldoon interpreta, tra gli altri, Tom Waits, grande artista californiano. Per i brani del quale Muldoon coltiva, da anni, la passione per l’interpretazione. www.boogiemanorchestra.com

Inserito il 20.12.2004

17/12/04 "CHUPITO ANGEL" Cinturone

Da Venerdì 17 Dicembre 2004

17/12/04

CHUPITO ANGEL….. e dopo tante stranezze è arrivata a Le Trottoir… anche la “Chupito Angel”. (Nella foto Céline) Il “sexy-mobile-bar”, sotto le non troppo celate spoglie di bellissima creatura, svolazza tra il numeroso pubblico de Le Trottoir… servendo shot di rhum e chupito di tequila Il cinturone “armamento” disegnato proprio da Run in persona è già venduto a Londra, Tokyo e NewYork. Infatti i club e le discoteche più alla moda possono acquistarlo per euro 450 contattando direttamente Run al radicalanarchy@gmail.com .

Inserito il 20.12.2004

ARTE, CULTURA, DIVERTIMENTO A 360 GRADI NON STOP A LE TROTTOIR LA DARSENA

Il locale ha ospitato e continua a ospitare tanti ospiti, come Franko B, che, dopo l'inaugurazione della mostra dal titolo "Volume Due: Franko B", alla Galleria Pack, ha vestito, nel locale, i panni del DJ con un mix di musiche Hard house, Electro D&B, Jazz, Blues. Franko B ha collaborato con il famoso Fist Club di Londra e, in dicembre, dirigerà una serie di serate intitolate “Mix Up” per The Great Eastern Hotel di Londra dove saranno ospitati altri DJ di fama internazionale e presentato un mix musicale di stili. Dal 24 novembre, nel ritrovo-crocevia di cultura, inaugura la mostra di Moises Santos, innamorato dei colori, della danza, della musica, della vita, che si esprime in tutti i suoi dipinti, messaggi comunicativi in movimento, in sintonia e sincronia con l’accadere delle cose, onde emotive, che si accordano in un’orchestra dove la protagonista è la gioia, in una ribellione di idee, ansiosa incubazione di energie alla ricerca dell’impatto con tela, della presenza di luce, dell’occhio che sempre guarda e centrifuga immagini attingendole dal pozzo sotterraneo di una memoria che è olfattiva, visiva, emozionale. Nel momento in cui avviene l’incontro tra queste componenti è rivelazione esplosiva di vitalità allo stato puro che si incarna nel colore. “I miei lavori sono sfoghi fisici e psicologici legati alla materia, all’uomo. Lavoro tanto con la musica, che ascolto e trasmetto sul quadro, sono le foto della mia vita”-dice. Il 9 dicembre, invece, ci sarà David Muldoon BoogeyManOrchestra, con il nuovo cd “Kolonaki Sessions Athens Milan”, registrato tra Atene e Milano, percorso di note, voce roca e cavernosa del cantautore Muldoon, che si esibisce nel locale il giovedì sera e la domenica per il brunch con musica live. Dave Muldoon interpreta Tom Waits, per il quale coltiva, da anni, la passione. Tra gli altri appuntamenti fissi, proposti dallo staff, composto da Michelle, Run, Milian, Celine, estrosa famiglia ricomposta, brunch tutti i fine settimana con musica dal vivo, le domeniche della rivista culturale Il Viandante, percorso d'arte interdisciplinare a scopo liberatorio, con Paolo Ornaghi, Gabriele Turati, Lorenzo Balducci, Anna Orietti e Fabio Ardemagni, “Invita al Teatro”, l’opportunità di ascoltare e intervistare attori e autori in carne ed ossa, dj e musica live tutta la settimana non stop. Tra gli habituees del locale, il re del noir Andrea G.Pinketts e l’aristocratica esperta di tendenze Francesca Lovatelli Caetani, da dicembre su Odeon con il programma Twenty Minutes, tutti i martedì alle ore 24,00 circa Le Trottoir La Darsena - piazza XXIV Maggio 1 - tel.02/8378166 - www.letrottoir.it - aperto sin dalle 11 del mattino

Inserito il 20.12.2004

← Ritorna indietro


 
 
 

© 2019 Copyright Le Trottoir alla Darsena

Web Design by Account web solutions