Le Trottoir alla Darsena | Piazza XXIV Maggio, 1 - Milano
Le Trottoir alla Darsena - Ritrovo d'Arte, Cultura e Divertimento
contatti    mappa
 
 
 
 
 
       
 
Eventi
 

LUNEDI 11 FEBBRAIO 2008 - LA DITTATURA DEL PIL - DI PIERANGELO DACREMA

PROVE DI LEZIONI DI INDISCIPLINA con MICHELANGELO JR e ANDREA G PINKETTS

LUNEDI 11 FEBBRAIO 2008 - LA DITTATURA DEL PIL - DI PIERANGELO DACREMA

Le Trottoir - Piazza 24 maggio, Milano - Lunedì, 11 febbraio 2008 - dalle ore 21
Presentazione del libro di Pierangelo Dacrema

LA DITTATURA DEL PIL
Schiavi di un numero che frena lo sviluppo - Marsilio Editori, 2007
Il PIL, Prodotto Interno Lordo, è il valore di tutti i beni e i servizi ai prezzi di mercato prodotti in un Paese nell’arco di un anno. Il PIL è un numero, una somma di numeri, un importo di denaro. E misura tutto, eccetto ciò che rende la vita degna di essere vissuta.
Così disse Bob Kennedy nel celebre discorso del 1968 all’Università del Kansas: “Non possiamo misurare…i successi del Paese sulla base del Prodotto Interno Lordo. Il PIL comprende l’inquinamento dell’aria, la pubblicità delle sigarette, le ambulanze per sgombrare le nostre autostrade dalle carneficine del fine settimana. Contabilizza le serrature speciali per le porte delle nostre case e le prigioni per coloro che cercano di forzarle…Comprende programmi televisivi che valorizzano la violenza per vendere prodotti violenti ai bambini. Cresce con la produzione di napalm, missili e testate nucleari…Si accresce con gli equipaggiamenti che la polizia usa per sedare le rivolte e non fa che aumentare quando sulle loro ceneri si ricostruiscono i bassifondi popolari. Il PIL non tiene conto della salute delle nostre famiglie, della qualità della loro educazione e della gioia dei loro momenti di svago. Non comprende la bellezza della nostra poesia e la solidità dei valori familiari, l’intelligenza del nostro dibattere e l’onestà dei pubblici dipendenti. Non tiene conto della giustizia dei nostri tribunali, né dell’equità dei rapporti tra noi. Non misura né la nostra arguzia, né il nostro coraggio, né la nostra saggezza, né la nostra compassione…”.
Eppure viviamo tutti nell’ossessione dell’incremento del PIL, come dimostra il recente e un po’ avvilente scambio di battute tra Zapatero e il nostro Presidente del Consiglio, ciascuno teso a dar prova di come il PIL del proprio Paese fosse superiore a quello dell’altro. Il PIL è l’obiettivo, l’oggetto del contendere, il simbolo della competizione e il metodo della sua celebrazione a livello planetario.
Come dice Dacrema, “Il mercato è una giungla… Sappi che devi essere un leone, che alla caccia è affidata la tua sopravvivenza, all’abbondanza delle prede il vigore dei tuoi muscoli, la forza delle tue mascelle e la lucentezza del tuo pelo. Il tuo PIL è il numero delle gazzelle che riesci ad abbattere e sbranare. Occorre essere veloci e possenti, astuti e spietati. Ma come, ti chiedi, ti hanno insegnato a dire buongiorno e buonasera, a essere civile e gentile in tanti momenti della giornata e dell’esistenza, per poi costringerti a comportarti come una belva in materia di economia?” (P. Dacrema, La dittatura del PIL, pp. 58-59).
Oltre che su questi argomenti, il dialogo con il pubblico de Le Trottoir verrà aperto su questioni più contingenti ma non meno importanti. Come mai a Milano – una delle città più ricche di un Paese che, come il nostro, è dotato di uno dei PIL pro-capite più alti del mondo – il 30% delle famiglie stenta ad arrivare alla fine del mese?
Come mai un autoferrotranviere della Lombardia – regione italiana a elevatissimo PIL pro-capite – percepisce uno stipendio che gli consente di vivere appena sopra la soglia dell’indigenza, mentre un autoferrotranviere della Calabria – regione che quanto a PIL è fanalino di coda d’Europa - gode di una remunerazione che gli garantisce un relativo benessere? Come mai in Spagna – Paese che, come si è affannato a puntualizzare il nostro Primo Ministro, ha un PIL inferiore a quello italiano – si ha la percezione, a detta di tutti gli osservatori del mondo, italiani e spagnoli compresi, di un benessere superiore e più diffuso?
Nel corso della serata accadrà molto altro. Paola Fiorido –anima culturale di Markette– leggerà la pagina 57 de La dittatura del PIL. Nel clima di una Milano-Expo 2015 immaginato da Roberto Triolo sulle note del jazz metropolitano di Michelangelo Mazzari, verranno messe all’“asta” le opere dell’artista Michelangelo jr.. L’arte come parte eccellente dell’economia è il tema su cui il pubblico interverrà con Pierangelo Dacrema, Paul de Sury, Running Mannarelli, Michelangelo jr e Andrea G. Pinketts, autori delle Lezioni di Indisciplina già tenute all’Universita La Sapienza di Roma, all’Università della Calabria e al Teatro Strehler di Milano. Running Mannarelli e Michelangelo jr eseguiranno una performance sullo sfondo dei sonetti di Shakespeare musicati dal vivo dai Reverie.
Entrata libera. www.letrottoir.it – email: runningmannarelli@gmail.com - +39 3332882039

Inserito il 11.02.2008

GIOVEDI - 14 FEBBRAIO 2008 - STANDING OVATION for CONSUELO MARINUZZI

SAN VALENTINO - STATUS SINGLE - photo: MONOROTAIA - by: VLADIMIR JANKOVIC

GIOVEDI - 14 FEBBRAIO 2008 - STANDING OVATION for CONSUELO MARINUZZI

STANDING OVATION for CONSUELO MARINUZZI
STATUS SINGLE… IN MILANO
E’ UNA FILOSOFIA DI VITA NON UNO STATO CIVILE.
Persone uniche e speciali ci accompagnano nel nostro cammino ma se perdiamo la perfezione non disperiamo, perché prima o poi si ripresenterà sotto altre spoglie.
Sviluppiamo un nostro gusto personale e in esso coltiviamoci l’amore, godiamo dell’amore nel rispetto, senza seppellirlo sotto la lapide della paura della solitudine dell’approvazione dell’insicurezza dell’abitudine e del conformismo.
L’amore non può uniformarsi alle esigenze della vita quotidiana , il cuore deve essere ascoltato e le emozioni liberate, solo in questo modo potremo finalmente amare davvero qualcuno, iniziando da noi stessi. Consuelo Marinuzzi
“STANDING OVATION NIGHT”
A Dicembre del 2007 è nato a LeTrottoir di Milano STANDING OVATION NIGHT, la giornata, la serata festaiola dedicata a una tua idea. Un progetto semplicemente realizzabile sotto gli occhi di tutta la città, dei tuoi amici e del pubblico de LeTrottoir che sarà il laboratorio, il tuo palcoscenico per un giorno memorabile il cui anniversario verrà celebrato per ricordare la tua idea musicale, letteraria o genuinamente... personale.
Per questa STANDING OVATION NIGHT LeTrottoir, con Running Mannarelli e i suoi numerosi amici, si concentra sulla tua creatività; verrai anche ripagato con hospitality, free-cocktail e cena con il tuo partner preferito: La tua STANDING OVATION NIGHT è la nostra festa;
Telefona e riserva gratuitamente al +39 3332882039 o email: runningmannarelli@gmail.com o Ufficio Stampa: saratocco@gmail.com

Inserito il 12.02.2008

LUNEDI - 18 FEBBRAIO 2008 - FETISH DEA DOMINA L'UOMO

con PINKETTS SCHIAVO DELLA DEA

LUNEDI - 18 FEBBRAIO 2008 - FETISH DEA DOMINA L'UOMO

Lady Fetishdea e ANDREA G. PINKETTS incontrano gli ospiti dalle 19 alle 3am di lunedi18 febbraio a LE TROTTOIR
LEGAMI PER LA VITA
Si può provare a spiegare, non si può raccontare nei più intimi dettagli, si fa fatica a definirlo. È il fetish, osannato dalla moda (da musicisti come Marilyn Manson e Madonna, da fotografi come Helmut Newton, da stilisti come Jean Paul Gaultier), che da devianza è diventato arte, cultura, stile di vita per creare forme di rottura da cliché usuali. Per altri, semplicemente rimasto un'ossessione. Per definizione, con il termine fetish s'intende lo spostamento della meta sessuale da una persona concepita nella sua interezza, ad un suo surrogato che può essere una parte del corpo, un capo di vestiario, un oggetto o addirittura una particolare qualità. Oggi, però, sono in molti a parlare di "bdsm", acronimo di b (bondage, legare), ds (dominio/sottomissione), sm (sadomaso). Un lusso del senso, strappato dal dominio delle sottoculture e dei trattati di psicoanalisi, in cui si stagliano provocanti fantasie che possono essere contenute solo nelle esagerazioni che le caratterizzano. Di giorno individui come tanti in giacca e cravatta, ma nel mondo onirico del fetish esseri mutanti gotici, geishe avveniristiche vestite in lattice, pelle e pvc con scarpe esclusivamente di carattere, collari, redini e frustini. Una dea del fetish ha instaurato il suo regno di latex e tacchi a spillo nella Vicenza benpensante, spesso ritratta come sonnacchiosa città di provincia, tacciata di "omofobia" per una festa gay-lesbo che qualche anno fa ha fatto parlare politici, preti e vescovi tra rivoluzione e oscurantismo, scandalizzata di recente dalle avances ad una procace aspirante velina. Lo specchio delle sue brame è un sito web erotico ma raffinato ed elegante, in cui si esalta uno stile di vita dove si celebra la bellezza della femminilità esasperata.

Con FetishDea saranno presenti gli artisti:
Marco Sampietro si esprime attraverso la fotografia e con installazioni, video-arte, performances. La sua fotografia “acida” nasce dalla Luce, costante protagonista dei suoi scatti.
FetishDea incarna per definizione trasgressività e indipendenza. L’incontro tra il mondo acido dell’obbiettivo di Marco Sampietro e l’universo Fetish di FetishDea crea immagini nuove rispetto alle tradizionali iconografie Fetish, in cui l’occhio artistico trasforma messaggi e simboli in nuove visioni.
Wladimir Vinciguera, pittore e designer espone quadri NEW POP ispirati a FetishDea musa di impressionante impatto colore
Alessandro Costa, attratto dall'universo fetish cura la realizzazione dei clips video e un libro fotografico per esaltarne ancor di piu' la personalità.
Alessandro Caramagna attraverso le sue vignette racconta la quotidianità della Lady FetishDea
Alessandro Branca esporrà le sue opere fotografiche raffiguranti la spiritualità della femminilità incarnata da Fetishdea.
Marco Pinna chitarrista del gruppo SES CORDAS partecipa con improvvisazioni di chitarra classica
PHILROUGE:Artista multimediale e videomaker trova in Fetishdea l'efficace musa ispirativa e l'incarnazione delle ossessioni estreme rivolte ad esaltare e glorificare il piede femminile; il nylon che lo impreziosisce e la calzatura che lo decora.

Inserito il 16.02.2008

MERCOLEDI 27 FEBBRAIO 2008 - SHIATSU J-SET - DI CRISTINA LAZZARI

DJ ALETOTALE - IL MASSAGGIO CHE RILASSA anche LE ORECCHIE

MERCOLEDI 27 FEBBRAIO 2008 - SHIATSU J-SET - DI CRISTINA LAZZARI

A Le Trottoir – Mercoledì 27 02 2008 – Dalle ore 9 p.m. alle 1 a.m. Stanco? Stressato? Il cocktail da solo non basta? Assaporalo con calma e sali al primo piano a scoprire cosa ti regalerà dieci minuti di vero relax: due mani sapienti ti massaggeranno adagiato su un morbido futon mentre in diffusione musica selezionata dal vivo per l’occasione ti porterà lontano…
cristina_lazzari@virgilio.it - +39 3486018328

Inserito il 21.02.2008

FEBBRAIO 2008 - LIVE CONCERTS EVERYNIGHT - CONCERTI DAL VIVO TUTTE LE SERE

ALWAYS OPEN FROM 11 am to 3 am - ENTRATA LIBERA CON CONSUMAZIONE MINIMA

FEBBRAIO 2008 - LIVE CONCERTS EVERYNIGHT - CONCERTI DAL VIVO TUTTE LE SERE


FEBBRAIO 2008 – LIVE CONCERTS – EVERYNIGHT - CONCERTI DAL VIVO – TUTTI I GIORNI (photo of MYCOLOR: - Photo by: Michelle Vasseur )
ALWAYS OPEN – FROM 11 a.m. TO 3 a.m. - SEMPRE APERTI

1- VENERDI - BLUESMAN BAND - Rock & Blues
2- SABATO - CONTRADABEAT - R&B & Funk
3- DOMENICA - SHERIFF - Rock
4- LUNEDI - THE MAZZARI JAZZ BAND - Modern Jazz
5- MARTEDI - IBIZA DJ - DJ set
6- MERCOLEDI - SCIARADA - Rock
7- GIOVEDI - RAYMOND WRIGHT - Reggae – to confirm
8- VENERDI - SOUND JET - Dance
9- SABATO - FREE SOUL - R&B & Black
10- DOMENICA - BLUES MAN BAND - Rock & Blues –to confirm
11- LUNEDI - THE MAZZARI JAZZ BAND - Modern Jazz
12- MARTEDI - IBIZA DJ - DJ set
13- MERCOLEDI - JUST B4 - Rock Funk Rag
14- GIOVEDI - TRIBAL TRIBE - House & Percussion
15- VENERDI - RAYMOND WRIGHT - Original Reggae – to confirm
16- SABATO - CONTRADABEAT - R&B & Funk - to confirm
17- DOMENICA - ---- - Funk – to confirm
18- LUNEDI - THE MAZZARI JAZZ BAND - Modern Jazz
19- MARTEDI - IBIZA DJ - DJ set
20- MERCOLEDI - --- - Original – to confirm
21- GIOVEDI - ----- - Original – to confirm
22- VENERDI - FREE SOUL - R&B & Black
23- SABATO - TRIBAL TRIBE - House & Percussion
24- DOMENICA - --- - US Rock – to confirm
25- LUNEDI - THE MAZZARI JAZZ BAND - Modern Jazz
26- MARTEDI - IBIZA DJ - DJ set
27- MERCOLEDI - --- - Original – to confirm
28- GIOVEDI - TRIBAL TRIBE - House & Percussion
29- VENERDI - FREE SOUL - R&B & Black - to confirm

Inserito il 21.02.2008

← Ritorna indietro


 
 
 

© 2019 Copyright Le Trottoir alla Darsena

Web Design by Account web solutions