Le Trottoir alla Darsena | Piazza XXIV Maggio, 1 - Milano
Le Trottoir alla Darsena - Ritrovo d'Arte, Cultura e Divertimento
contatti    mappa
 
 
 
 
 
       
 
Eventi
 

DOMENICA - 31 OTTOBRE 2011 - FESTA PER TUTTI - LA NOTTE DELLE STREGHE - CON DJ IVAN & CLAUDIO - fino a (1 November 2011)

Minima Consumazione Obbligatoria

DOMENICA - 31 OTTOBRE 2011 - FESTA PER TUTTI - LA NOTTE DELLE STREGHE - CON DJ IVAN & CLAUDIO - fino a

Festa con DJ IVAN & CLAUDIO 1mo Piano LeTrottoir

Inserito il 30.10.2011

GIOVEDI - 3 NOVEMBRE 2011 - LIVE CONCERT - I FRANCO - fino a (4 November 2011)

Minima Consumazione Obbligatoria

GIOVEDI - 3 NOVEMBRE 2011 - LIVE CONCERT - I FRANCO - fino a

I Franco (Franco Laider, Franco Fight, Franco Poochie e Franco Bench) nascono più o meno per caso nel dicembre 2009. Quattro chitarristi si dividono basso e batteria ed entrano in sala. Il livello tecnico è quello che è. Ma la scelta delle cover, all’inizio, dà rapide soddisfazioni: raramente ci sono più di quattro accordi da ricordare. Pochi mesi dopo i Franco si accorgono che i membri di un gruppetto della East Coast americana, i semisconosciuti Ramones, hanno copiato la loro idea di ribattezzarsi con il nome del gruppo. Imperterriti, i Franco vanno avanti. A maggio 2010, da qualche sessione campagnola escono i primi pezzi inediti, in italiano, e poco dopo l'occasione di registrarne uno, "Chiamami (se puoi)", nella compilation "Emergenti in prima linea". Dopo l’estate, iniziano i live, tra punk rock (ramones, clash, green day), indie (libertines, strokes, florence & the machine), blues, qualche classicone (pearl jam, cure, animals) e cover rock di pezzi pop. Oltre a, qua e là, la presentazione di pezzi inediti. E il 3 novembre 2011, i Franco tornano per la seconda volta a Le Trottoir

Inserito il 26.09.2011

VENERDI - 4 NOVEMBRE - OPEN LIVE CONCERT - GIOSTONECRAZY - fino a (5 November 2011)

Minima Consumazione Obbligatoria

VENERDI - 4 NOVEMBRE - OPEN LIVE CONCERT - GIOSTONECRAZY - fino a

il giusto mix di pop rock, un esperimento quello dei GioStoneCrazy, nato nel Maggio 2010 che, l'artista lucano Giovanni Castelli " ex membro fondatore nonchè frontman dei Verdelirio", ha voluto proporre ed immettere nel panorama musicale made in Italy. all'attivo un disco autoprodotto, Musa In Polvere, uscito nel Gennaio 2011, presentato nel meraviglioso scenario del teatro F.Stabile della città di Potenza, in collaborazione con l'ass.Metropolitan. Musa In Polvere, un disco ormai limited edition, del quale sono state vendute in poche date live sold out, circa 500 copie. Ottobre 2011, è tempo di voltare pagina per i GioStoneCrazy e iniziare, questa nuova promozione live di questo nuovo ep, Nell'Aria, appena battezzato!
Info: www.myspace.com/giostonecrazy www.facebook.com/giostonecrazy

Inserito il 22.10.2011

DOMENICA - 6 NOVEMBRE - OPEN LIVE CONCERT - LASARUN - fino a (7 November 2011)

Minima consumazione obbligatoria

DOMENICA - 6 NOVEMBRE - OPEN LIVE CONCERT - LASARUN - fino a

I Lasarun. Gruppo storico degli anni '80 in Italia e non solo, giacchè all'epoca del leggendario concerto ad Ardena mandriani svizzeri si ammassarono lungo il confine per urlare, in preda al delirio, "Lasarun!", bruciano la loro folgorante carriera nel breve spazio di un anno, ma ancora oggi vengono ricordati da almeno 2 generazioni di fans come il gruppo che per primo osò suonare in coppa ad un tetto (altri, ignoranti, vi diranno che sono stati certi Beatles) e che ha portato al successo planetario pezzi come Boys don't cry (ancora gli ignoranti pedestremente reciteranno "Ma quella era dei Cure"). D'altronde, è vero che la storia la scrivono i vincitori, ma tanto poi non la legge nessuno. Costretti al silenzio dal braccio violento della legge, dispersi ai quattro angoli del pianeta, i Lasarun si ritrovano nel 2006, vent'anni dopo, in maniera assolutamente casuale e imprevedibile, in un'osteria. Ebbri di contentezza e di grappa (è lì che nasce l'idea per una delle più famose canzoni del nuovo repertorio, quando i 4 cominciano ad assumere un colorito pallido verdognolo, verrà anche "I don't wanna grappa", i 4 decidono di rimettere in piedi il gruppo e si danno appuntamento da lì ad un mese, giusto il tempo di setacciare solai e cantine per scoprire dove siano finiti gli strumenti. Purtroppo l'euforia per questa reunion è destinata a durare poco, giusto il tempo di provare un paio di volte e la terribile epidemia di orecchioni che nel giugno del 2006 spazza il Vecchio continente si porta via il cantante del gruppo. Affranti dalla terribile perdita, ma non sconfitti, FIIIIII e /G| decidono di buttarsi a capofitto nell'ardua impresa di sostituire l'ugola mancante convinti come sono che a cantare sono bravi tutti, tranne DIIII. Da allora non si sono più fermati!

Inserito il 03.11.2011

LUNEDI - 7 NOVEMBRE 2011 - PERFORMANCE PER CHIUSURA MOSTRA OPERE - EVELINA SCHATZ - fino a (8 November 2011)

Minima Consumazione Obbligatoria

LUNEDI - 7 NOVEMBRE 2011 - PERFORMANCE PER CHIUSURA MOSTRA OPERE - EVELINA SCHATZ - fino a

Opere in legno, ceramica, specchio, carta, metallo, vetro, tela.
Comune denominatore il tondo e la consueta ironia che caratterizza le opere dell'artista russa.
“L’avventura del cerchio, ovvero il punto fermo. Intuirono allora i pitagorici. Perché il cielo si muove con un movimento circolare? - chiede Plotino; perché imita l'intelligenza è la sua risposta. Come un astrofisico contemporaneo, scrive il poeta Omar Khayyam: poiché la Ruota del cielo non ha mai girato secondo il volere di un saggio, cosa importa contare sette o otto cieli? Fu-Shi fu il primo mitico sovrano cinese, a lui viene attribuita l'invenzione della scrittura, della musica e dello strumento con cui Yu il grande misurò il mondo. La figura del cerchio allora simbolizza anche i diversi significati della parola: un primo cerchio ne simbolizza il significato letterale, un secondo cerchio il significato allegorico e un terzo cerchio quello mistico. Nel buddismo Zen troviamo spesso disegni di cerchi concentrici, che rappresentano l'ultima tappa del perfezionamento interiore, l'acquisizione dell'armonia dello spirito. Jung ha mostrato che il simbolo del cerchio è un'immagine archetipica della totalità della psiche, il simbolo del Sé. Il cerchio è figura che sovrasta il flusso del tempo, misteriosa e trasversale… “(Evelina Schatz)
inaugurazione: sabato 8 ottobre 2011 alle ore 21
EVENTI IN MOSTRA:
Studio aperto dell’artista sabato 8 ottobre 2011 dalle 11 alle 21 in piazza Sant’Eustorgio 4, citofono 21
Presentazione del nuovo libro di poesia ZAGARA disegni di Alvaro lunedì 24 ottobre alle 21
Presenti Michelangelo jr., Andrea G. Pinketts e Running Manarelli con performance
Presentazione del video-spettacolo di Evelina Schatz Sopra a tutto Shakespear ovvero Amleto sul balcone
In lingua russa con il testo italiano da poter consultare lunedì 31 ottobre alle 21 POETI da tutt’Italia sul Cerchio – finissage lunedì 7 novembre alle 20,30.
Catalogo bilingue (russo e italiano) in mostra: testi critici Donatella Airoldi, Michail Pogarsky, Irina Rudjak CON CORTESE RICHIESTA DI PUBBLICAZIONE NELLE VOSTRE RUBRICHE - contatto eve@evelinaschatz.com

Le Trottoir
Космос Эвелины Шац Искусство Эвелины Шац – это своеобразный эпицентр мощного энергетического потока, из которого расходятся круги, будоражащие сознания читателей, зрителей, художников и искусствоведов. Она выступает инициатором и катализатором многочисленных начинаний и проектов и без устали генерирует и развивает всё новые и новые идеи. Её многогранное творчество движется не по кругу, но по расширяющейся спирали, стремящейся к «иероглифу бесконечности». Каждый новый виток, вбирая в себя всё наследие прошлого, выносит автора на новый уровень и открывает двери для дальнейшего движения. И неслучайно круг имеет в творчестве Эвелины Шац такое большое значение. Она создаёт универсальную шаровую библиотеку, в которой листом для письма становится наша планета. Метафорически она осуществила этот проект, создав цикл стихотворений, написанных на деревянных глобусах. Ещё в одном проекте тексты перемещаются на свинцовые диски и выстраиваются в лунную библиотеку, выводя читателей и зрителей на космические орбиты и открывая путь к звёздам. Неумолимая орбита, гласит название одной из поэтических книг поэта-художника Михаил Погарский

Il cosmo di Evelina Schatz L’arte di Evelina Schatz rappresenta il singolare epicentro di una possente corrente energetica, da cui si dipartono cerchi che fanno fibrillare la coscienza di lettori, spettatori, artisti e storici dell’arte. Evelina Schatz è iniziatore e catalizzatore di innumerevoli imprese e progetti, e senza posa genera e sviluppa nuove idee. La sua poliedrica attività creativa non si muove in cerchio, ma secondo una spirale che si viene via via allargando e che punta al geroglifico dell’infinito. A ogni giro, la spirale si impregna dell’intera eredità delle fasi precedenti e conduce l’autore a un livello nuovo, schiudendogli le porte delle mosse successivi. Non è un caso che il cerchio rivesta nella produzione di Evelina Schatz tale rilevanza: è impegnata nella creazione di una biblioteca universale sferica, in cui la pagina su cui scrivere è rappresentata dal nostro pianeta. Metaforicamente, ha realizzato questo progetto con il ciclo di poesie scritte su globi di legno. In un altro progetto, i testi si spostano su dischi di zinco e sono ordinati in una biblioteca lunare. Conducendo lettori e spettatori verso orbite cosmiche che aprono la via alle stelle. Implacabile orbita recita il titolo di uno dei libri del artista-poeta. Mikhail Pogarskij Evelina Schatz è nata sul mare di Odessa, lì dove l’Occidente incontra l’Oriente, e il mare si confonde con la steppa, da genitori di culture diverse. Figlia d’arte, vive da tempo in Italia. Dal 1998 la sua vita scorre fra Milano e Mosca. Poeta e scrittore bilingue, scrive in italiano e in russo. Artista e performer, saggista, storico e critico dell’arte, regista e scenografo, insomma, poligrafa, suoi saggi, scritti di narrativa e di teatro sono stati pubblicati in Italia, in Russia e in altri paesi. Curatore di mostre e eventi d’arte contemporanea. Ha collaborato diversi anni con il Corriere della Sera. Ha pubblicato numerose raccolte di poesia. Opera omnia della sua poesia in lingua russ􀀀 è uscita nel 2005 per la casa editrice Russkij Impuls (Mosca), accompagnata da una autorevole pubblicazione di tre studiosi, A.Golovanova, V.Kalmykova, G.Kulakin Archeologia del poeta. Dizionario delle immagini di Evelina Schatz.. Compositori italiani e russi hanno tradotto in musica molte delle sue poesie e prose poetiche, eseguite in numerosi concerti in tutt’il mondo, trasmessi alla radio e alla televisione. A partire dalla Biennale di Venezia nel 1978, ha esposto in Italia e all’estero librioggetto, edizioni numerate e in copia unica, opere di poesia visiva. Nel 1996 inizia a lavorare su opere plastiche, creando poesie-sculture, ceramiche e assemblaggi di materiali e segni che chiama re-melt. Operando in più campi dell’espressione artistica, è arrivata a un linguaggio in cui poesia, scultura, assemblaggio e collage, teatro e performance si mescolano in un unico oggetto artistico. Continuando le tradizioni futuriste, ha creato due minuscole e preziose case editrici karwanSamizdat (libri in serie numerati manufatti) e caffèLadomir, curando design personalmente. I suoi lavori si trovano nei musei e nelle collezioni private in diversi paesi.
Ufficio stampa: Natalìa Avella nata.aves@gmail.com

Inserito il 03.11.2011

MERCOLEDI - 9 NOVEMBRE 2011 - DJ PLEST - fino a (10 November 2011)

Minima Consumazione Obbligatoria

MERCOLEDI - 9 NOVEMBRE 2011 - DJ PLEST - fino a

DJ PLEST - www.facebook.com/PLESTmusic

Inserito il 08.11.2011

CANCELLATO - SABATO - 12 NOVEMBRE - OPEN LIVE CONCERT - DUALISMA - fino a (13 November 2011)

Minima Consumazione Obbligatoria

CANCELLATO - SABATO - 12 NOVEMBRE - OPEN LIVE CONCERT - DUALISMA - fino a

l progetto musicale DUALISMA nasce nel 2009 dall'incontro delle coscienze musicali di Roberto Banzi (cantante dei Natural Noise), Alessio Fasolo (chitarra e voce dei Vessiel), Massimo Allevi e Davide Bertuzzo (sezione ritmica dei Toys for Brain). I quattro elementi si fondono in un'alchimia prolifica e potente e l'energia che ne scaturisce si trasforma in un suono romantico, multiforme e comunicativo. Caratteristiche che ben definiscono anche i tratti di “In Many Different Ways”, primo lavoro in studio della band. L'album, pubblicato nell'Aprile del 2010 dall'etichetta Dedolor Records, si avvale della collaborazione artistica e manageriale di Dedo Lorenzi, fonico di grande esperienza e produttore di “Nient'Altro che Madrigali”, disco d'esordio di Io?Drama. “In Many Different Ways” porta alle orecchie del mondo una prima immagine artistica e sonora del gruppo, regalando singoli piacevoli all'ascolto e al contempo incisivi come “Beside the Ocean”, “Karma Chiron”, “Systolic Pain” e “Shame!”, fluendo attraverso le atmosfere esoteriche di “My Daimon”, “Wild Roses” e “Crossing of a Pure (He)Art”, struggendo e commuovendo nelle romantiche “Scratches” e “Berlin Falls (In Many Different Ways)”. Nell'introduzione all'album, chiamata “Manifesto”, il gruppo dona una lettura di alcuni versi estratti dalla celebre poesia “Dualismo” di Arrigo Boito (già “manifesto” del movimento letterario della Scapigliatura Milanese), avvolti in un'atmosfera musicale calda e evocativa. Lo scopo di questo atto comunicativo è quello di rendere esplicite la propria devozione all'arte e l'adesione ad un'interpretazione dualistica di essa e della vita. Attualmente i DUALISMA sono impegnati nel tour che sta portando “In Many Different Ways” sui palchi dei club italiani ed europei.
LINK www.youtube.com/dualisma
produzione: www.dedolor.it

Inserito il 28.10.2011

MERCOLEDI - 16 NOVEMBRE 2011 - SKIN'S FRIENDS - fino a (17 November 2011)

Minima Consumazione Obbligatoria

MERCOLEDI - 16 NOVEMBRE 2011 - SKIN'S FRIENDS - fino a

Presenta: Andrea GPinketts con Michelangelo jr e Running Mannarelli
SKIN'S FRIENDS - art made with heart - è un libro che vuole far conoscere il mondo del tatuaggio uscendo un po' da quella che è la consuetudine, dando spazio ai sentimenti e alle emozioni che fino ad oggi hanno accompagnato i 25 tatuatori partecipanti nel percorso di formazione.
Uniti dall'amore per quest'arte, dall'entusiasmo che li accomuna e dallo scopo benefico che si sono preposti, fanno nascere il progetto e il conseguente libro nel quale raccontano col "cuore" la loro professione, la nascita, la crescita personale e lo sviluppo di questa passione, devolvendo l'intero ricavato all'Associazione Progeria Sammy Basso Onlus, che lotta contro l'invecchiamento precoce dei bambini.
La serata vuole essere un'occasione per incontrarsi, divertirsi e riscoprirsi bambini.
Il pubblico potrà decorare un "Toys" dell'Atom Plastic, contribuendo con la beneficenza attraverso la spesa dell'acquisto che sarà devoluta all'associazione.
A fine serata il tour con gli altri 25 Senor Blanco già decorati dai tatuatori del libro, sempre ospiti delle più prestigiose tattoo convention italiane.
Le creazioni saranno destinate ad un Asta Benefica, per collezionisti dal gran CUORE.

I tatuatori all'interno del libro:
Sabrina De Fazio - INK LADY Milano - Donna Mayla - INSIDE TATTOO Teramo - Marco Varchetta - M TATTOO Napoli - Silvia Pretto- PRINCESS TATTOO Forlì - Francesca De Angelis - TIKY TATTOO Pescara - Matteo Pasqualin – Rovigo - Marco Galdo - TRAFFICANTI D’ARTE Milano - Clod the Ripper TATTOO – Milano - Franco Roggia – FRANCO TATTOO Torino - Elena Di Legge- STUDIO 21 Salerno - Antonio Todisco – MAKO TATTOO Monopoli - L’ALLEGRO CHIRURGO Siena - Enzo Brandi – ENZO'S TATTOO Napoli - Simone Bonetta – TRACCIA BASTARDA Lecco - Alex De Pase – ALEX DE PASE Gorizia - Claudio Pittan – THE ORIGINAL Milano - Francesco Cuomo – BULLETT-INK Roma - Silvia Pasquinelli – CYBER TATTOO Mestre - Roberto Borsi – PRIMORDIAL PAIN Milano - Davide Controguerra – DAK TATTOO Milano - Mr. Shultz – Electrical Tattoing Milano - Riccardo Cassese – BLOOD4BLOOD Barcellona - Costantino Sasso – COSTATTOO Napoli - Gianni Orlandini – LUXURY TATTOO - Michele Turco – DA COSA NASCE COSA Piacenza

Presentatore della serata Andrea Rock aiuterà con il contest dei"Toys"

Inserito il 24.10.2011

SABATO - 19 NOVEMBRE - OPEN LIVE CONCERT - CONFINE DI STATO - fino a (20 November 2011)

Minima Consumazione Obbligatoria

SABATO - 19 NOVEMBRE - OPEN LIVE CONCERT - CONFINE DI STATO -  fino a

Il rock italiano reinterpretato da 4 appassionati musicisti: Emanuele Colonnese alla chitarra, Riccardo Clerici al basso, Andrea Ramoni alla batteria e Francesca Obezzi alla voce."
Il nostro sito è www.confinedistato.com

Inserito il 22.10.2011

DOMENICA - 20 NOVEMBRE 2011 - OPEN LIVE CONCERT - DOLL & BASS - fino a (21 November 2011)

Minima Consumazione Obbligatoria

DOMENICA - 20 NOVEMBRE 2011 - OPEN LIVE CONCERT - DOLL & BASS - fino a

Doll&Bass – Voce e Contrabbasso, in Pop
Un gusto un po’ "irriverente", ma mai aggressivo, è il risultato della fusione tra la cantante Nadia Galimberti e il contrabbassista Agostino Marino. Ritmi rallentati e multi-effetti applicati allo strumento accompagnano una voce femminile dal timbro Blues, sperimentando e quasi “stravolgendo” dei celebri brani Pop, che spaziano dai Duran Duran a Britney Spears, da Sade a Lenny Kravitz, in un contesto curioso e stimolante. Suoni scelti e assoli inaspettati creano un’atmosfera delicata e originale, che mira ad incuriosire ed affascinare lo spettatore.
galimberti.nadia@gmail.com

Inserito il 19.11.2011

SABATO - 26 NOVEMBRE 2011 - LIVE OPEN CONCERT - RAMBLING - fino a (27 November 2011)

Minima Consumazione Obbligatoria

SABATO - 26 NOVEMBRE 2011 - LIVE OPEN CONCERT - RAMBLING - fino a

I Rambling si formano nel 1983 con l’idea di proporre musica che ha accompagnato la loro gioventù. E’ la musica immortale, “senza tempo “, la musica rock e southern/country rock targata anni “ ’60-’70 “. I componenti sono: ROBERTO voce, tastiera, chitarra – MASSIMILIANO chitarra – LUCA voce, chitarra – FLAVIO voce, basso – NILLO voce, batteria – GUIDO mixer

Inserito il 27.10.2011

DOMENICA - 27 NOVEMBRE 2011 - LIVE CONCERT - BLUISH ANALOGY - fino a (28 November 2011)

Minima Consumazione Obbligatoria

DOMENICA - 27 NOVEMBRE 2011 - LIVE CONCERT - BLUISH ANALOGY - fino a

I Bluish Analogy nascono nell'autunno del 2010 a Parma con Francesco Preti (voce), Federico Donati (chitarra), Lorenzo Cavalli (chitarra/sintetizzatore), Vittorio Cavirani (basso) e Matteo Canali (batteria). Il genere dei Bluish Analogy è una via di mezzo tra l'indie rock e l'elettronica, fortemente caratterizzato dall'influenza di gruppi inglesi come Bloc Party, Foals e Late of the Pier. In un anno il gruppo riesce ad accumulare una discreta esperienza live suonando sui principali palchi di Parma e provincia come Onirica, Bebop e Fuori Orario, supportando anche artisti emergenti della scena indipendente italiana come i The Charlestones. Inoltre il gruppo ha autoprodotto un ep di 5 canzoni nella primavera del 2011. Per ascoltare il gruppo http://soundcloud.com/bluish-analogy

Inserito il 03.11.2011

← Ritorna indietro


 
 
 

© 2019 Copyright Le Trottoir alla Darsena

Web Design by Account web solutions