Le Trottoir alla Darsena | Piazza XXIV Maggio, 1 - Milano
Le Trottoir alla Darsena - Ritrovo d'Arte, Cultura e Divertimento
contatti    mappa
 
 
 
 
 
       
 
Eventi
 

MOSTRE A LE TROTTOIR (15 May 2019)

FREE BUFFET & COCKTAIL E-8/10

MOSTRE A LE TROTTOIR

MOSTRE A LE TROTTOIR

Inserito il 11.05.2019

DA MAGGIO 2019 - MOSTRA QUADRI & POESIA - ILARIA IVANCICH & GIANFRANCO LIPARULO - FINO E OLTRE IL (16 May 2019)

FREE BUFFET & COCKTAIL E-8/10

DA MAGGIO 2019 - MOSTRA QUADRI & POESIA - ILARIA IVANCICH & GIANFRANCO LIPARULO - FINO E OLTRE IL

MOSTRA QUADRI & POESIA - ILARIA IVANCICH & GIANFRANCO LIPARULO

Inserito il 14.05.2019

MERCOLEDI - 22 MAGGIO 2019 - CATHERINE & STEVEN PATRICK PIU - EXPLOSIVE DUO POP - Fino a (23 May 2019)

FREE BUFFET & COCKTAIL E-8/10

MERCOLEDI - 22 MAGGIO 2019 - CATHERINE & STEVEN PATRICK PIU - EXPLOSIVE DUO POP - Fino a


Catherine e Steven Patrick Piu, musicisti di Milano, molti anni di gavetta e una forte alchimia sul palco.

Suoneranno live una scaletta di brani a 360, dal Pop al Rock, passando dalle Hit italiane agli evergreen internazionali, alternando canzoni di nostra composizione.

Con X Factor, The Voice Of Italy e due Tour Europei alle spalle
Pronti per il palco de Le Trottoir.

Inserito il 18.05.2019

GIOVEDI - 23 MAGGIO 2019 - LIVE CONCERT - ZUENA GEKKO - ROCK & BLUES BAND - Fino a (24 May 2019)

FREE BUFFET & COCKTAIL E-8/10

GIOVEDI -  23 MAGGIO 2019 - LIVE CONCERT - ZUENA GEKKO - ROCK & BLUES BAND - Fino a

LIVE CONCERT - ZUENA GEKKO - ROCK & BLUES BAND

Inserito il 18.05.2019

DOMENICA - 26 MAGGIO 2019 - CORRADO COCCIA - AL PIANOFORTE - Fino a (27 May 2019)

FREE BUFFET & COCKTAIL E-8/10

DOMENICA - 26 MAGGIO 2019 - CORRADO COCCIA - AL PIANOFORTE - Fino a

CORRADO COCCIA - AL PIANOFORTE

Inserito il 07.04.2019

DA MAGGIO 2019 - MOSTRA OPERE - DI - ANDREA CISLAGHI - INAUGURAZIONE - Fino E Oltre (31 May 2019)

FREE BUFFET & COCKTAIL E-8/10

DA MAGGIO 2019 - MOSTRA OPERE - DI - ANDREA CISLAGHI - INAUGURAZIONE - Fino E Oltre

ANDREA CISLAGHI - L'intelligenza del cuore
L'artista operaio eco-sostenibile del ferro e del cemento
a Le Trottoir - Vernissage Sabato 18 maggio ore 20:00
Sabato 18 maggio alle ore 20 Andrea Cislaghi inaugura la personale "L'intelligenza del cuore" a Le Trottoir storico locale di Milano, punto di ritrovo di molti artisti.

Cislaghi, con la consueta visione artistica che si infrange su piani metallici, riflette su un futuro nuovo e virtuale in cui l'individuo e' annientato da un consumismo estremo. Consumismo di conoscenza, ridotta a un comandamento e priva di un vissuto esperienziale.
Consumismo di sentimenti, affidati alla ragione e non piu' al cuore. Un'estetica del reale, della concretezza, dove e' la materia stessa suggerire forme e temi.
Cislaghi e' un artista operaio che realizza quadri e sculture ecosostenibili, utilizzando materiale di recupero industriale. Lavorando in una fabbrica che fornisce materiale per motori elettrici, Cislaghi trova nei semi-lavorati di ferro e cemento uno stimolo espressivo costante e realizza suggestive forme stilizzate ed essenziali, caricaturali e astratte.

Vernissage fino a lunedi 3 giugno - Tram 3-9-10 M2 Porta Genova

www.facebook.com/CislaghiArtist http://cislaghi-artist.webnode.it/ Isabella Rotti Ufficio Stampa Andrea Cislaghi isabella.rotti@gmail.com 39 348 5801946

Inserito il 29.05.2019

DA MAGGIO 2019 - MOSTRA OPERE - DI - FLAVIO CARLO BUCCI - MIRAGGI E PAESAGGI - FINO E OLTRE IL (31 May 2019)

FREE BUFFET & COCKTAIL E-8/10

DA MAGGIO 2019 - MOSTRA OPERE - DI - FLAVIO CARLO BUCCI - MIRAGGI E PAESAGGI - FINO E OLTRE IL

FLAVIO CARLO BUCCI - MIRAGGI E PAESAGGI
inaugurazione lunedi 20 maggio

LA PARABOLA DI BUCCI, ARTISTA ALCHIMISTA CHE CERCA L'UOMO
E' nobile lo spirito dell'uomo, se lo si trova nello spirito dell'arte. Di tutte le arti, ovvero di tutte le manifestazioni dello spirito dell'uomo. Chi cerca l'uomo lo trova, in ogni singola esposizione di se. Flavio Carlo Bucci, come Diogene, cerca l'uomo, ma non lo fa con una lanterna, egli lo cerca con un fiammifero bruciato e spento che traccia segni sul cartone di una pizza.
Anche uno strumento umile su un supporto di risulta serve a perpetuare lo stesso gesto, lo stesso intento di scoperta che dalla filosofia classica perviene al nostro tempo attraverso un lastricato millenario di passi sempre uguali.
L'artista si rivela nell'appartenenza a un richiamo, che e' quello dell'umanita' semplice, gentile, generosa, e addirittura devota al resto dei suoi simili. Egli lo fa solo e soltanto in ossequio al miracolo dell'essere contemporanei.
Tanto lo sente, tale richiamo, che Bucci, per cercare l'uomo, compie senza sforzo, per istinto, il salto poderoso della pulce come lo descrive Primo Levi ne I mestieri altrui: sprigionando l'energia di un missile spaziale che entra nella stratosfera con l'inderogabile obbiettivo di posizionarsi nel cielo dello spirito.
L'artista non ha fatto scuole d�arte, non e' stato allevato dagli spiriti magni, non ha avuto maestri laureati, eppure e' riuscito a saltare oltre le barriere del dilettantismo, escogitando una maniera, uno stile che e' gia' inconfondibile, una cifra d'arte.
Certo, vediamo scorrere, nella parabola di questo mirabile volo, visioni e memorabilia del '900 come in un videorama da antologia: Alberto Burri, Domenico Gnoli, perfino Filippo de Pisis. Molti artisti fanno un mestiere diverso e cercano l'arte per trovare l'uomo. Anche Bucci. Anche in lui percepiamo l'ansia del desiderio di contatto con l'uomo, tipico di chi (molto pochi) nasce crisalide sapendo di essere farfalla. Non importa quanto agiscano sul processo della trasformazione gli agenti esterni.
E' quanto vediamo nelle parodie dei tori assediati dalla forza minima di una zanzara, nei paesaggi assoluti che mischiano il naturale con il trascendentale, nei puzzle infallibili che assiepano e incastrano gli infiniti casi umani, nei dettagli che rivelano il tutto, nel tutto che replica l'infinita' di un dettaglio, e nella materia quotidiana che si condensa come strati di lava sulla sensazione medesima del reale. Bucci reinventa il mondo servendosi dei materiali forniti dalla techne, la sabbia, lo stucco, la pasta oro, come un apprendista alchimista che possiede segreti innati che pero' non vuole mantenere, custodire segretamente, ma distribuire, condividere, elargire.
Paolo Sciortino

Inserito il 29.05.2019

← Ritorna indietro


 
 
 

© 2019 Copyright Le Trottoir alla Darsena

Web Design by Account web solutions